Gruppi Appartamento


La residenzialità costituisce uno dei putni più problematici dell'intervento per la salute mentale, dal punto di vista sia tecnico che finanziario. Le indicazioni regionali che si sono succedute negli ultimi anni hanno, tra l'altro, insistito sulla necessità di differenziare le risposte residenziali e di individuare una gamma di tipologie di strutture  con livelli diversificati di intensità assistenziale, in modo da essere in grado di offrire le risposte più appropriate, anche in regime di sperimentazione.

Con tale finalità, nell'area pratese, Alice Cooperativa Sociale Onlus lavora a stretto contatto con l'Unità Funzionale Salute Mentale Adulti impegnando educatori e assistenti nella costruzione di percorsi riabilitativi espletati all'interno di strutture residenziali ad alta, media e bassa assistenza.

 

GRUPPI APPARTAMENTO

 

Dal 2004 è nata una formula innovativa di risposta residenziale, che abbiamo denominato "Gruppi Appartamento". Diversamente da quanto definito in alcuni documenti regionali, per gruppo-appartamento abbiamo inteso una sistuazione residenziale realizzata in una abitazione di proprietà di un utente (o con altre soluzioni abitative), che ospita dai due ai tre utenti seguiti dall'UFSMA. Giurudicamente l'appartamento si configura come un'abitazione privata e i rapporti al suo interno sono regolati da atti privati tra i residenti. Al contempo l'UFSMA, previa stipula di un accordo terapeutico-riabiltativo individuale con ogni singolo utente, si impegna a fornire un supporto strutturato con personale educativo e assistenziale qualificato e quantitivamente più rilevante rispetto agli ordinari sostegni.

Il gruppo appartamento si configura quindi come una sistuazione intermedia tra una situazione residenziale tradizionalmente intesa e un domicilio privato.

Questa soluzione si è rilevata paricolarmente valida sotto due punti di vista:

  • per i pazienti e le loro famiglie, si è trattato di un indiscutibile passo in avanti nel percorso di autonomia personale: non più "ospiti" in una struttura, ma finalmente in casa propria, come tutti i cittadini;
  • dal punto di vista finanziario, gli oneri che l'azienda ASL deve sostenere sono enormemente inferiori rispetto a quelli delle strutture residenziali tradizionali, sia putre a bassa assistenza.