• Inclusione sociale

Progetto sperimentale di autonomia

Il progetto, in appalto dal Comune di Prato, mira a realizzare un Progetto Sperimentale d’Autonomia che rafforzi un Modello Sperimentale di Accoglienza Sociale attraverso azioni finalizzate alla rapida riconquista dell’autonomia, sia lavorativa che abitativa, da parte del singolo o del nucleo familiare in condizione di svantaggio, disagio sociale ed a rischio di emarginazione sociale, in stato di “povertà relativa” e di vulnerabilità abitativa.

Il modello è centrato su una filiera di servizi multilivello basati su un modello di intervento graduale delle azioni socio–assistenziali, quali strumenti di contrasto alla povertà abitativa, costruito sui principi dell’housing first e del case management secondo i livelli di bisogno espressi dalle destinatarie.

In particolare, la filiera articola la propria azione su due livelli di destinatari:

a) singoli o nuclei familiari che presentano ridotte capacità economiche e/o con reddito insufficiente per accedere al mercato privato della casa (Prima Soglia);

b) singoli o nuclei familiari che hanno un lavoro anche saltuario e delle capacità economiche e/o reddituali medie ma non sufficienti per accedere al mercato privato della casa e garantire, di conseguenza, la totale emancipazione dal sistema di sostegno socio assistenziale (Seconda Soglia).

A questi si aggiungono, previo accordo con il Dipartimento Salute Mentale, soggetti con gravi carenze di tipo assistenziale e socio-sanitario che necessitano di assistenza sanitaria, sociale e domiciliare, specialistica e/o prolungata.

Per tutti i beneficiari sarà co-definito un progetto personalizzato di accompagnamento all’abitare centrato su un modello di sostegno all’inclusione attiva coerente con le linee guida dei Servizi Sociali.

Questo sistema consente di lavorare su percorsi integrati multidimensionali di reinserimento attraverso la presa in carico “globale” degli utenti, la realizzazione di progetti di autonomia ed emancipazione dai servizi sociali, intercettando i bisogni dei cittadini all’origine di gravi livelli di disagio e povertà, agendo anche nei termini della prevenzione sociale.

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, clicca su "consento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies consulta la nostra Informativa Cookies. OK